Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Autobiografia

Vita vissuta

Pubblicato il 10/11/2020

Così è la vita

23 Visualizzazioni
13 Voti

Il 28/05/2016 era un sabato.

niente di che tutto normale.

una passeggiata in montagna.

padre e figlia.

Un vago sentore di malore al ritorno.

un forte odore di vomito sulle scale.

Noi 3 accanto a lui semi sdraiato sul letto.

"Ma no sarà la solita influenza 

oppure ...è stato uno sforzo fisico eccessivo "

Concordiamo con gli occhi mentre lui, il più piccolo, strilla di andare all'ospedale ma ... conoscendo il suo lato ipocondriaco non lo prendiamo in considerazione.

Accompagno mia figlia per pranzare dal suo ragazzo.

Lascio solo mio figlio mentre lotta con i fornelli per mettere su la pasta.

Lo ricordo lì seduto in salone a guardare la televisione con una smorfia di dolore .

Vado e torno a casa senza alcun timore o sentore.

Inizio a salire sulle scale ma immediatamente vengo chiamata da un figlio insicuro , per controllare la cottura della pasta.

Spendo tre minuti e ritorno sulle scale .

Entro in camera da letto e lo trovo accasciato sul fianco.

Occhi e bocca spalancati come per un dolore inesprimibile.

Gelo all'istante e poi mi esce stupidamente un comando dalla bocca " Respira " e corro giù per le scale.

Urlo con tutto il mio fiato a mio figlio "prendi subito il telefono papà sta male".

Intanto corro su e chiamo il 118. 

In uno stato di trans obbedisco come un automa alle loro richieste.

Con l'aiuto di mio figlio lo giriamo sul fianco perché possa respirare .

Il tempo sembra fermarsi , noncurante dell'urgenza che ci scorre nelle vene.

Scendo giù per chiudere il cane e lasciare aperta la porta d'ingresso per l'arrivo dell'autoambulanza.

Di colpo mi ricordo mia figlia e la chiamo trasmettendole tutte le mie paure.

Di lì a poco ne arriva una e poi un'altra , più specializzata dissero.

Tutto diventa frenetico . 

Il defibrillatore almeno tre volte e poi anche una iniezione di nitroglicerina, direttamente nel cuore.

Ma niente da fare. Tre ore di tentativi a vuoto.

Il dottore mi si avvicina e mi dà la notizia e subito dopo le condoglianze.

Arriva mia cognata e dopo mia sorella e mi chiedono notizie i vicini incuriositi. 

Ma arriva anche il mio momento e riesco a stare da sola con lui sdraiato sul letto.

Mi faccio piccolina e mi stendo vicino a lui.

Gli parlo.

Gli pongo domande che rimarranno sospese in quel silenzio.

E dopo ? .... Dopo fu la vita ad andare avanti mentre io la guardavo.

Solo il tempo, l'unico in grado di cicatrizzare le ferite, ebbe pietà anche di me.

E ora sono qui.





Logo
2380 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (13 voti)
Esordiente
10
Scrittore
3
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large img 2435.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Barbara ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente
Aatxajxbmwx0t vape40mgr7hl yzley y2gc2xcsl2a=s96 c?sz=200

Isabella Ross ha votato il racconto

Esordiente
Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente
Large 20210317 140852.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Enrico R. ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20210609 134726.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Tella ha votato il racconto

Scrittore

Commovente e doloroso Segnala il commento

Large img 1431.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Paolo Sbolgi ha votato il racconto

Scrittore
Large 20210427 021713.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Violeta ha votato il racconto

Esordiente

Molto toccante :))Segnala il commento

Large 7b46ed85 4004 4f09 b544 86323d274390.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore
Large 6e508332 9f32 4969 8a51 ea7be91f3fba.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente
Large 20200316 014434.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sofia Nebez ha votato il racconto

Esordiente
Large whatsapp image 2020 06 15 at 11.57.46.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Adriana Giotti ha votato il racconto

Scrittore

Ho letto la tua biografia (lo faccio sempre prima di leggere un brano). Poi il racconto ha confermato che sei una grande donna. Complimenti Paola. Forse non vincerai mai il Nobel, ma hai già vinto ben altro. La tua dignità, la tua forza, il tuo coraggio, valgono più di tutti i premi letterari del mondo.Segnala il commento

Large 153342377 197830348512629 4826612411029001494 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

. ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20191210 191922.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Paola Massaro

Esordiente
Underfooter typee
Underfooter lascuola
Underfooter news
Underfooter work