Small cover.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccountZoom cover

Narrativa

What a picnic

Pubblicato il 11/03/2021

non so cosa sia, ma voleva uscire

72 Visualizzazioni
16 Voti

Too late my time is gone,

e si sentiva che la materia di cui era composta faceva rigetto con l’atmosfera circostante. I dont wanna die ma quante cose non voglio ma accadono? pensava. Piccole morti controllate, pirotecnia emozionale. Una minuscola detonazione qui, una là. Body aching all the time. Come potrebbe essere diversamente? Se cento dolori piccoli facevano un dolore grande, a giorni alterni, quanti dolori alla fine del mese? Carry on, carry on, calm or not, tanto erano fatti inopinabili, matematici, logici, mica stampe sulle maglie sulle tazze o sui mousepad. E se fosse stata un mousepad senza accorgersene? Chi avrebbe potuto dire il contrario? Li facevano tutti senza rotellina, con la luce. Una luce rossa che le avrebbe attraversato la pancia in continuazione come un laser o una risonanza magnetica con contrasto. Finché c’era contrasto non si esauriva la carica. Quando ce n’era troppo si andavavia, quando mancava si andavavia, quando c’era il giusto si andavavia. So you think you can love me and leave me tonight? Finché non si esauriva il contrasto, la carica, la musica di sottofondo. Risonare, rispecchiare, riscontrare. Era tutto uno spettacolo per poltroncine vuote. Oh baby, can do this to me baby? Perché no. Oh, baby. Perché no. Can do this to me baby? Cazzo, perché no? Era lecito fino al momento zero, il minimo notturno, ohhh yeah, il punticino strappato che spalancava la cimosa del giorno. Ohhh yeah. Chiudeva gli occhi e nothing really matters mormorava, nothing really matters ripeteva alla coperta di lana. La ripetizione rassicurava, la ripetizione curava, la ripetizione non abbandonava, non se ne andavavia, ah no! La ripetizione tornava uguale, back again this time tomorrow, ogni giorno identica, non gli importava del tempo e dello spazio che faceva attrito, che si faceva muro e rigettava le sue cellule. Sticazzi, diceva la ripetizione, sticazzi avrebbe detto la coperta d'altronde, ma la ripetizione era eterna e in eterno cancellava sovrapponendosi, come la coperta, o la lapide di Mirta. Nothing really matters, che la centesima volta suonava come una pasta di sillabe masticate. Nothing really matters, soffocata dalla polvere della stoffa in bocca. Nothing really matters mentre il bolo di filo le faceva risalire una passamaneria di vermi dallo stomaco. Nothing really matters to me e le budella imbastite appena cedevano, morbide. Il sonno arrivava sempre perché - per quanto potesse essere elettrico il buio della notte che caricava l’atmosfera di stronzate che un filtro cosmico avrebbe fatto bene a depurare prima che venissero prodotte da neuroni specchio rotti identici a centinaia di specchi rotti identici a decine di specchi rotti identici a quell’unico specchio rotto che le aveva rifratto la materia -

anyway the wind blows.

E risorgeva con l’alba e le occhiaie.

.

What a picnic, Fred.

Logo
2844 battute
Condividi

Ti è piaciuto questo racconto? Registrati e votalo!

Vota il racconto
Totale dei voti dei lettori (16 voti)
Esordiente
10
Scrittore
6
Autore
0
Scuola
0
Belleville
0

Commenti degli utenti

Large t  2  31 .jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

SteCo15 ha votato il racconto

Scrittore

Diverse immagini mi sono piaciute: "il punticino strappato che spalancava la cimosa del giorno" ad esempio. Così come il flusso di pensieri imbizzarriti che galoppano sulle citazioni musicali dei Queen. Ma mi resta oscuro a chi attribuire questa produzione onirica, chi è la/il protagonista?Segnala il commento

Large 559805 453691658032147 418248613 n.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Aron Hector ha votato il racconto

Esordiente
Large img 20190702 wa0006  2  2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Sonia A. ha votato il racconto

Esordiente
Picture?width=200&height=200&s=200&type=square&redirect=true

Michele Cigna ha votato il racconto

Esordiente
Large f80d1362 4eca 4e3b bcab d1550bc24e14.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

AliceBoscariol ha votato il racconto

Esordiente
Large dada.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Davide Marchese ha votato il racconto

Scrittore
Large ezzz 101133975 10219956522376982 9067593985345716224 o.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ezio Falcomer ha votato il racconto

Scrittore
Large whatsapp image 2020 03 19 at 18.06.27.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Silvia Lenzini ha votato il racconto

Scrittore
Large 20200611 011659.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Amid Solo ha votato il racconto

Esordiente
Large b81b29c5 b29b 4178 97a4 60ea34c566c9.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ondine ha votato il racconto

Esordiente

Franco ha trovato le parole giuste per descrivere questo racconto che mi pare ti assomigli per originalità e sicurezza narrativa ma ti allontana un pizzico da quella Zeta che preferisco. Ma può essere che sia io a dovermi evolvere.Segnala il commento

Large 195c7c5a e533 438e 9500 78317f6489ab.jpeg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

blu ha votato il racconto

Esordiente

belloSegnala il commento

Aoh14gjvcvmvc7mb6y6npod ytiq3if ij5ukkuufnlksa=s50?sz=200

Eirlys ha votato il racconto

Esordiente
Large 20201204 181343.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Franco 58 ha votato il racconto

Esordiente

Fluido e spasmodico, che ti scorre dentro... "una passamaneria di vermi dallo stomaco"... le cose e i fatti, accadono, but "Nothing really matters" ... "pirotecnica emozionale", e il vento continua a soffiare, sulla materia rifratta. Segnala il commento

Large default

gionadiporto ha votato il racconto

Scrittore
Large 13 34 51 v2.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Roberta ha votato il racconto

Scrittore
Large img 20210705 011756.jpg?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

Ti Maddog ha votato il racconto

Scrittore
Large 8star.png?googleaccessid=application bucket access@typee 222610.iam.gserviceaccount

di Zeta Reader

Scrittore
Bellevilletypee logo typee typee
Lascuola logo typee
Bellevillefree logo typee
Bellevillework logo typee
Bellevillenews logo typee